Torna di moda la casa al mare

Le notizie sul mercato immobiliare tornano ad essere confortanti: gli Italiani hanno ricominciato ad investire sulla seconda casa al mare per trascorrere le vacanze. Negli anni scorsi si era verificato un brusco calo delle vendite a causa della scarsa liquidità che la crisi finanziaria ha trascinato con sè.

Nel 2013 la crisi della domanda immobiliare fece registrare un netto calo del 25% rispetto ai valori a cui si era abituati nei 5 anni precedenti.

Negli ultimi 3 anni invece, la tendenza è cambiata, i numeri delle vendite di immobili è tornato a salire, ma per quanto riguarda la risalita dei prezzi bisognerà aspettare ancora qualche anno.

Un ruolo fondamentale nella ripresa l’ha avuto la modifica della tassazione per la locazione breve, e l’introduzione della cedolare secca anche per le case-vacanza.

Attualmente, gli scenari di vendita migliori sono nelle località di lusso come Capri, Porto Cervo, Portofino, Forte dei Marmi, dove gli immobili vengono venduti in pochi mesi. I tempi di vendita in località meno famose, ma di altrettanto fascino come Gallipoli, Chiavari e Vieste, si aggira invece intorno ai 10 mesi.

Per quanto riguarda i prezzi, in Campania e Sardegna sono in aumento, rispettivamente +1,2% e +2,5%. Le due località offrono sia ville milionarie che piccoli mono e bilocali. In queste due regioni anche gli affitti sono in salita, soprattutto grazie ai turisti stranieri che preferiscono un piccolo appartamento alle camere d’albergo. In particolare a Capri ed Amalfi, dove la domanda di locazione è estremamente vivace, il prezzo varia dai 4000€ ai 6000€ mensili.

Fonte: Il Sole 24 Ore.

Compare listings

Confrontare